LA RASSEGNA DEL GDV. Buonaterra conquista Vicenz@NetMusic

LA RASSEGNA DEL GDV. Buonaterra conquista Vicenz@NetMusic

15.06.2014

Stefano Rossi
VICENZA
Vittoria sul filo di lana a Vicenz@NetMusic 2014 per Leonardo Buonaterra che ha saputo costruire il proprio successo con un lavoro completo, puntando non solo sulle votazioni online sul sito www.vicenzanetmusic.it, ma anche e soprattutto sui “mi piace” Facebook e sulle schede cartacee, preferenze assai redditizie visto che portavano ciascuna ben dieci voti. Il cantautore ha centrato il bersaglio con 39956 punti, circa 10mila dei quali ricavati dalle votazioni online, ben 25mila dai “mi piace” e più o meno 5mila con le schede cartacee. Ha scalzato dalla vetta della classifica i Polpi$polpi, che avevano puntato tutto sui voti sul sito e si erano ritrovati padroni della classifica per quasi tutto il periodo delle votazioni.
Interessante notare la vitalità dei musicisti più giovani anche nell´ambito di questa edizione: tutti quelli arrivati sopra i diecimila punti (i primi nove) sono in gran parte ragazzi attorno ai vent´anni, che hanno sfruttato o la scuola per promuovere la propria partecipazione alla rassegna oppure i tanti momenti di aggregazione giovanile per farsi conoscere. Bisogna dire che molti altri, però, hanno seguito fino in fondo il concetto di base di Vicenz@NetMusic, che da sempre si dichiara non una gara fra musicisti, ma una rassegna, una vetrina per mettersi in mostra. E infatti, incontrandoli nelle serate dei live al Bar Smeraldo, molti di loro hanno tenuto a dire che non avevano partecipato puntando alla vittoria, ma cercando la visibilità che il sito da una parte, Il Giornale di Vicenza dall´altra e tutti i momenti come i concerti avrebbero potuto dare a chi suona.
Leonardo Longhi, in arte Leonardo Buonaterra, ha dunque creato un circuito promozionale efficace per la propria musica. Efficace e intelligente proprio come la sua musica, che nasce come espressione di emozioni e spesso è per sola chitarra e voce. Il brano che ha presentato a Vicenz@NetMusic 2014, “Conquista il mondo”, è solo la punta dell´iceberg della sua attività musicale, che d´altra parte si compone anche dell´attività di insegnamento della chitarra, che egli per primo ha studiato anni fa al Cpm (Centro Professione Musica) di Milano. Nella breve intervista realizzata per la sua presentazione (come per gli altri finalisti) aveva sottolineato che le influenze maggiori alle sue canzoni vengono dal mondo dei cantautori, sottolineando la magia nell´unire parole e musica. D´altra parte, e si sentono, le influenze sono diverse, vanno da Fabrizio De André, al suono dei Sigur Ros o al ritmo della Dave Matthews Band. «Diciamo che sono curioso», aveva concluso.
Oltre all´onore del piazzamento sul gradino più alto del podio di Vicenz@NetMusic 2014, Leonardo si aggiudica anche qualcora di più concreto: la registrazione di un paio di brani al Lost in Space Studio di Vicenza, offerta da Giulio Gatto, che da moltissimi anni affianca la rassegna de Il Giornale di Vicenza seguendo palmo a palmo lo svolgimento. Ad esempio, è stato anche quest´anno presente a ogni serata dal vivo al Bar Smeraldo, perché oltre al premio al vincitore assegnerà a propria scelta un altro riconoscimento alla band o all´artista più innovativo e interessante a suo vedere.
Grande impegno (lo sappiamo anche per aver contato centinaia e centinaia di schede di carta...) hanno dimostrato un po´ tutti i finalisti di quest´edizione; terzi in classifica si sono piazzati i Bordo Palco che, come anche i Frozen Sky piazzatisi quarti, sono musicisti giovanissimi che dimostrano non solo di essere sulla buona strada per quanto riguarda la musica, ma anche la voglia e l´entusiasmo nel portare avanti la propria attività.
Attenzione però che non tutto finisce qui, con la vittoria di Leonardo Buonaterra: in palio ci sono anche moltissimi riconoscimenti da parte di addetti ai lavori che, al di là della promozione che ciascuno ha saputo mettere in atto, premieranno anche e soprattutto il valore delle composizioni.
stefano-rossi@stefano-rossi.com