HOLDOVERS

HOLDOVERS



Gli Holdovers nascono a Bassano del Grappa nel Gennaio 2002, uniti dalla comune passione di quattro studenti intenzionati a tradurre la loro amicizia in musica. Dopo alcune prove, la band comincia a farsi le ossa nella zona del Bassanese, suonando nei luoghi più disparati: il sound risulta sin dai primi concerti molto personale, a cavallo tra rock graffiante e melodie malinconiche. Dopo il buon esordio, nell’estate 2003, la band incide la prima demo “Nonsolorumore”, proponendo in cinque brani una miscela di rock alternativo dall’impronta decisamente new-wave. Nel 2004, gli Holdovers partecipano a diversi contest della zona, tra i quali “La Gabbia-RockOn music contest”, chiudendo l’anno in bellezza con il primo Cd in studio “Escape from the line” (dal quale è tratto il brano in concorso): dieci brani potenti dove il sound si presenta decisamente più maturo, con nuove contaminazioni dallo stampo vagamente funk… Lo scopo della band è quello di “sopravvivere” alla banalità, proponendo un sound diretto e istintivo, che sappia andare oltre gli schematismi del Rock Italiano, in nome della musica, ma soprattutto della loro amicizia… Non a caso, “Holdovers” è traducibile più o meno come “Sopravvissuti contro ogni previsione”

Autori: S. Maschio

Componenti: Matteo Busa, chitarra e voce; Samuele Maschio, basso e voce; Stefano Sasso, tastiere; Filippo Michielin, batteria

Genere musicale: ROCK ALTERNATIVO

Provenienza: BREGANZE

Sito web: http://www.holdovers.net

Brano: HOLDOVERS - BORED CASUALTY - ascolta