LOST

LOST



Nati nel Luglio 2003 per gioco, per scherzo, ma soprattuto per cercare di riportare in auge un genere sottovalutato, per qualche motivo disprezzato e non di moda in Italia. Il progetto nasce dallo smembramento di un gruppo, o meglio dall'allontanamento di Walter Fontana e Matteo Miller dall'ex gruppo e dall'aggiunta di Roberto Visentin. La formazione non prevedeva ancora un batterista, non si trovava. Dopo varie riflessioni un nome ne uscì: Filippo Spezzapria. Di lui si sapeva ben poco, a dire il vero solo che suonava la batteria. Roberto e Walter fecero sentire a "Spez" la prima canzone "These Emotions", ancora in lavorazione, e lui accettò di entrare nella band. Il gruppo era al completo. Quattro gli elementi: cantanti Walter e Matteo, chitarristi Walter e Roberto, bassista Matteo, batterista Filippo Spezzapria. Questi erano i Lost, a una settimana dall'inizio di tutto. Alcuni problemi di lavoro portarono Matteo a non essere presente quasi mai alle prove. Per tutte le prove estive Giulio Dalla Stella, caro amico di Filippo, sostituì Matteo nella parte del basso, in modo da non rallentare la fase di creazione delle nuove canzoni. Giulio se la cavava e ormai era amico di tutti, ma il bassista dei Lost era Miller, così Walter ebbe un'idea: Giulio avrebbe preso il suo posto alla chitarra e lui si sarebbe potuto dedicare completamente al canto. Giulio accettò, l'idea piaceva e così ci fu il cambiamento. La band lavorava a marce ingranate, le idee c'erano, i suoni anche e gli elementi andavano pienamente d'accordo sul tema. Tempo un mese tutto andava bene, 4 canzoni pronte, 1 ancora incerta. Per caso un giorno, grazie al ritardo di Roberto e Giulio alla sede SIAE, i 5 rimediarono il primo concerto. Una festa locale, di un paese vicino. Tutto andò bene, anche se l'agitazione era palpabile. La prima svolta che aprì molte strade alla band fu la registrazione del primo demo "American College". Con questo cd in mano la band ebbe la possibilità di suonare in molti locali, e di presentarsi al pubblico. La musica piaceva, sì, ma non potevano mancare le critiche da parte di molte persone e molti gruppi. Tutti nella band presero i commenti di striscio pensando a fare solo la propria musica. La band cominciò a far concerti, e uno in particolare, il Carraflive, permise alla band di partecipare a uno dei concerti più grandi nella zona, il Punkarrè. Intanto c'era aria di cambiamento, i pezzi cambiarono, e così si decise di riprendere in mano il vecchio materiale per sistemarlo. Il vecchio demo diventò una specie di traccia, le canzoni in realtà erano molto diverse, più mature. Da quel momento la band ebbe la consapevolezza che, per girare, vi era la necessità di un nuovo cd e fece affidamento sulle proprie forze. Nel frattempo Roberto prese il posto di Matteo nel canto, affiancando Walter. A Gennaio 2005 i Lost mandarono a mixare in studio le loro nuove canzoni, dopo averle registrate in stanza. La band non finiva di produrre materiale. Nel frattempo il cd venne ultimato. Il titolo sarebbe stato: "Sweet memories to still believe" (di prossima uscita). L’uscita del cd però non distolse la band dal creare nuove canzoni. La band è maturata, vuole e trova un suono più ricercato, più preciso, più diretto e alternativo. Ritmi sincopati, tastiere, melodia ancora più melodica, così nascono i nuovi pezzi: Hoping e Feeling Myself, apprezzabili solamente dal vivo per il momento. La voglia di suonare dal vivo e altri motivi portano Walter e Roberto a suonare LIVE in acustico. Le canzoni hanno tutto un altro timbro, ma piacciono. Per questo non smetteranno di suonare. Nel 2006 nuovo cambio di formazione, infatti i Lost rimangono in 4 con l’uscita del bassista Miller e lo strumento viene preso in mano da Walter… Inizia una nuova sfida per i Lost…

Autori: Fontana – Visentin – Dalla Stella - Spezzapria

Componenti: Walter Fontana, voce e basso Roberto Visentin, cori e chitarra Giulio Dalla Stella, chitarra Filippo Spezzapria, batteria

Genere musicale: POP PUNK

Provenienza: SCHIO

Sito web: http://www.lost_rock.com

Brano: LOST - TOUR HOLIDAY - ascolta