HOLDOVERS

HOLDOVERS



Nati nel 2002, i bassanesi Holdovers sono una band di comuni ragazzi innamorati della cultura rock tra gli anni '80 e i giorni nostri, che come molti loro coetanei qualche anno fa si unirono per reinterpretare la musica che li influenzava. Fondamentale fu l'incontro tra Matt e Phil: dedicarsi alla chitarra e alla batteria era il metodo migliore per combattere noiosi pomeriggi di studio al liceo. La formazione, dopo aver imparato a suonare gli strumenti allo stesso tempo, oltre che dare dei titoli al lavoro creato, cominciò a farsi le ossa suonando nei contesti più disparati. Il sound risultò sin dai primi concerti molto personale, a cavallo tra melodie malinconiche e rock graffiante. Nell'estate 2003 gli Holdovers incisero il primo demo "Nonsolorumore", proponendo in cinque brani una combinazione di rock alternativo dall'impronta decisamente new-wave. Nel 2004, dopo un primo cambio di formazione, la band si fece conoscere durante diversi contest nel vicentino, chiudendo l’anno in bellezza con il primo cd in studio “Escape from the line”, dove il sound abbandonava le influenze new-wave per dare spazio ad un'impronta più pop-progressive. Seguirono poi altre importanti tappe, come il festival "Trasporti Marittimi", dove l'allora quartetto Bassanese salì sul palco come supporter ai Frutikey di Jason Glasser. Nel 2006 gli Holdovers vinsero il Vicenz@NetMusic con il brano "It's only rain outside", dando inizio ad una fase artistico-compositiva più concitata e difficile, la quale accompagnò la lunga gestazione del secondo album "Odi et amo". Nonostante alcuni buoni risultati, tra i quali la partecipazione al Nettarock e al festival "Music Project"(come supporters ai Tre Allegri Ragazzi Morti), nella band nacquero contrasti interni, i quali portarono a metà 2007 alla separazione con il tastierista Stefano Sasso. Qualche mese dopo, dopo alcuni concerti in formazione ridotta, anche il Bassista Sam Maschio lasciò il gruppo, ufficializzando dunque lo scioglimento degli Holdovers. Dopo quasi due anni di pausa, passati in progetti paralleli, Matt e Phil si sono ritrovati per riformare la band, arruolando come bassista Andrea dal Ponte, già impegnato in alcuni gruppi del Bassanese. Gli Holdovers tornano dunque con una nuova line-up e un nuovo sound: un rock energico e sperimentale che mescola diversi generi e influenze musicali, strizzando sempre però un occhio al passato. Non a caso, “Holdovers" é un'espressione inglese traducibile più o meno come "Sopravvissuti contro ogni previsione": a quanto pare, il nome ha portato fortuna...

Autori: Holdovers

Componenti:
Matt Busa, voce e chitarra
Andrea Dal Ponte, basso
Phil Michielin, batteria

Genere musicale: ROCK

Provenienza: BREGANZE

Sito web: http://www.myspace.com/holdovers/

Brano: Holdovers - The noiseful dumb - ascolta